Fumetto

Nero su Nero: Zorro di Alex Toth

L’autore, il suo carattere, la sua opera

img_0125Sarà pur vero, in certi casi, che per apprezzare un’opera in quanto tale si dovrebbe scinderla completamente dal suo autore, parafrasando Oscar Wilde, tuttavia non è questo il caso di Zorro, uno tra i fumetti più celebri, almeno in Italia, di Alex Toth, non fosse altro che per l’inconfondibile iconografia del personaggio. Calarsi nell’atmosfera della Los Angeles degli anni Cinquanta, conoscere il rapporto tra autore e editors, ricordare il boom dei Disney Studios e la linea che essi dettavano nel settore, è indispensabile per cogliere la genesi di uno dei lavori, forse non meglio riusciti, ma di certo tra i più importanti per la crescita dell’autore

(altro…)

Annunci

La “vita normale” di Occhio di Falco

Una serie pluripremiata

MNOWC020ISBN_Occhio di Falco 1.inddOcchio di Falco – Vita normale è l’elegante cartonato Panini Comics contenente i primi cinque numeri di Hawkeye, la serie Marvel Now! pluripremiata agli Eisner Award, di Matt Fraction, David Aja e Javier Pulido.

I primi tre numeri, disegnati da Aja, pur gettando le basi per la costruzione di una trama più ampia, sono autoconclusivi, mentre i due numeri finali a opera di Pulido ospitano un’avventura in due parti e costituiscono, a quanto pare, la prima storia di questo ciclo proposta da Fraction alla Marvel, in cui il protagonista viene coinvolto in una missione da 007 in un esotico casinò alla moda: una parentesi in realtà abbastanza diversa dal resto della serie, di solito più concentrata sulle atmosfere urbane e sulla quotidianità di Barton.

(altro…)

Siamo tutti uomini: la Memoria è compito nostro

La mia memoria

imageHo diversi ricordi dei discorsi del nonno.
Entrambi seduti sul divano beige della sala, quello con i cuscini quadrati dalla fodera ruvida, lui alla mia destra, altissimo, vicino al bracciolo, e io al centro del divano.
Avevo sette, forse otto anni e lui, con delicatezza, provava a spiegarmi la guerra. Per me erano storie lontanissime: cinquant’anni mi parevano un’infinità di tempo, erano inconcepibili per la mia mente di bambino.

Per lui invece era solo ieri e ricordava tutto del campo di lavoro in cui era stato rinchiuso: giovanissimo, da poco entrato in servizio nel genio-pontieri, venne fatto prigioniero con il numero 161162 del M.-Stammlager XC 6227, un campo fuori Lubecca, in Germania, dove venne deportato insieme ai suoi commilitoni dopo il voltafaccia italiano. Visse là, prigioniero di guerra dei nazisti, fino all’arrivo dei soldati americani. (altro…)

Orfani: Nuovo Mondo #4 – Benvenuto nella giungla

Cop Orfani NM #4Dietro le quinte di Benvenuto nella giungla, quarto numero di Orfani: Nuovo Mondo, troviamo alla sceneggiatura Roberto Recchioni e Mauro Uzzeo, ai disegni Luca Maresca e Luca Casalanguida, e ai colori Nicola Righi, Luca Saponti e Giovanna Niro.
Pur essendo strutturalmente un albo più tradizionale di Vertigine, in questo quarto volume è da segnalare un inaspettato cambio di punto di vista del narratore protagonista. Questa volta infatti, il Nuovo Mondo ci viene mostrato non con gli occhi di Rosa, ma attraverso i filtri del più ingenuo John, così riviviamo il drammatico naufragio spaziale dalla sua prospettiva e il seguito della sua avventura. (altro…)

Descender – Stelle di latta, i robot di Jeff Lemire e Dustin Nguyen

Un classico universo sci-fi e il preludio a una storia di robot

D08Questo primo volume di Descender, la nuova serie fantascientifica di Jeff Lemire con i disegni di Dustin Nguyen, disponibile in Italia per i tipi di Bao Publishing, introduce un universo narrativo piuttosto classico, mettendo insieme un sistema interplanetario chiamato “Consiglio Galattico Unito”, diverse razze aliene che convivono relativamente in pace e una società altamente tecnologica che sembra fare massiccio uso di ingegneria robotica e intelligenze artificiali in svariati ambiti della vita quotidiana.
I problemi sorgono quando improvvisamente nove immensi robot, in seguito chiamati “Mietitori”, fanno la loro comparsa sui nove “pianeti nucleo” del CGU, creando una devastazione mai conosciuta prima e decimando drasticamente la popolazione umanoide del sistema. L’evento catastrofico genera una sorta di psicosi collettiva che porta a vere e proprie crociate contro tutti gli androidi presenti nei confini del sistema, che nel corso degli anni vengono progressivamente eliminati.
Dieci anni dopo l’attacco dei mietitori però, Tim21, un androide bambino da compagnia, si risveglia da un lunghissimo stand-by in una colonia mineraria periferica e lancia un segnale di soccorso, proprio mentre ciò che resta della divisione scientifica del CGU, da anni al lavoro per isolare la “matrice” dei Mietitori (qui intesa come una sorta di algoritmo che ne regola il funzionamento), scopre che essa è identica a quella della serie Tim, così che il messaggio di aiuto scatena la caccia disperata di tutte le fazioni al piccolo androide. (altro…)

Orfani: Il Nuovo Mondo di Rosa

Un numero introduttivo

1444912788721.jpg--orfani_nuovo_mondo_2___madri_guerriereMadri guerriere, secondo volume di Orfani: Nuovo Mondo, sceneggiato da Roberto Recchioni e Michele Monteleone, per i disegni di Gianluca Maconi e i colori di Stefania Aquaro, si presenta come un altro numero introduttivo che cerca di staccarsi dalle tematiche e dai personaggi, anche ingombranti, della vecchia stagione, presentando così la vita di Rosa nell’ambientazione che farà da sfondo ai prossimi capitoli.
Esattamente come il primo rovinoso atterraggio aveva cambiato completamente la vita di Ringo, così questo nuovo naufragio spaziale sembra destinato a cambiare quella di sua figlia Rosa, che si ritrova incinta, clandestina e terrorista ricercata su un pianeta sconosciuto, in compagnia di un host robotico, uno scafista senza scrupoli e una manciata di superstiti da guidare verso la salvezza.

(altro…)

Lysierum, il pianeta distopico di Alberto Ostini e Leila Leiz

I riferimenti

lestorie36Lysierum è il titolo di questo trentaseiesimo volume della collana Le Storie, sceneggiato dal veterano Alberto Ostini e disegnato da Leila Leiz, al suo esordio in Bonelli.
La trama dell’albo non è particolarmente originale, né probabilmente vuole esserlo dal momento che, come scrive anche il curatore Gianmaria Contro in prefazione, la storia ricalca quasi dichiaratamente alcuni classici della fantascienza come La fuga di Logan, romanzo di William Frances Nolan e George Clayton Johnson, o THX 1138, film di George Lucas, con debiti anche verso le emblematiche atmosfere di George Orwell e Ray Bradbury.
Tuttavia, nonostante l’autore fatichi a sganciarsi dalle sue fonti d’ispirazione, lo svolgimento risulta piacevole e fluido, senza che emergano contraddizioni o eccessive forzature.
Un altro riferimento importante campeggia inoltre a chiare lettere in copertina: Lysierum, il titolo, è infatti un evidente omaggio ad Alberto Lisiero, fondatore dello Star Trek Italian Club e sceneggiatore Bonelli, scomparso nel 2013. (altro…)

Yu Degli Spettri e l’equilibrio del male

Un classico anni ’90

Si è di recente conclusa la ristampa, da parte di Star Comics, di un piccolo cult tra le serie manga degli anni ’90: di Yu degli spettri, primo autentico successo dell’autore Yoshihiro Togashi.
Pubblicata in origine su Weekly Shōnen Jump dal 1990 al 1994, la serie parla del giovane Yusuke Urameshi, il quale, dopo una serie di bizzarre vicende, si trova a occupare la posizione di “detective del Regno dei Morti” e a compiere missioni per conto dell’aldilà, catturando i demoni che commettono crimini nel mondo degli umani.
La struttura è quella tipica degli shōnen manga: la storia è incentrata sul combattimento e segue il filone del “romanzo di formazione” diviso in saghe, durante le quali il giovane eroe progredisce scontrandosi con nemici sempre più forti.
Pur riprendendo alcuni elementi tipici del passato – come ad esempio i protagonisti “teppisti”, eredità diretta di capolavori come Rocky Joe o Akira, mirata a liberare i personaggi dalla rigida categoria degli “eroi” per permettergli di agire in modo anticonvenzionale – Togashi riesce anche a porre alcune solide basi per la sua produzione futura, andando in parte a scardinare il concetto di power up in favore di combattimenti basati sull’intelletto e la strategia. (altro…)

L’Abisso: i pirati di Mauro Boselli e Luca Rossi – Le Storie #35

Storie di mare

Quanto poco sappiamo del mare. Un’immensa distesa d’acqua fredda, profonda e scura. Un universo insondabile e popolato nei suoi antri più remoti da creature strane e sinistre. Un mondo ignoto che nella storia dell’umanità è stato fonte d’ispirazione per artisti di ogni genere e che ha dato vita a miti, leggende e superstizioni.
Romantico e sinistro frutto di questa contaminazione tra realtà e fantasia sono invece i pirati, celebratissimi avventurieri che da sempre solcano i mari della letteratura e del cinema, bifolchi senza tempo pronti a sfidare il mare e i venti nell’immaginario collettivo.
Mauro Boselli e Luca Rossi, nel volume numero 35 della collana Le Storie, intitolato L’Abisso, propongono un’avventura marinaresca vecchio stampo, in cui fin da subito si respirano le atmosfere dei grandi classici del genere: da Capitani coraggiosi di Kipling, ai corsari di Salgari, da L’isola del tesoro di Stevenson, ai racconti più oscuri di Poe e Lovecraft, passando per il Billy Budd di Melville, il tutto saldamente radicato nella classica mitologia piratesca, ricca di superstizione, maledizioni, mappe del tesoro e mostri marini. (altro…)